La mensa a Vigliano parla emiliano
Nei menù regionali, trionfano le lasagne
Mercoledì scorso, 22 febbraio, un menù tutto "emiliano" ha inaugurato la serie degli appuntamenti regionali della mensa scolastica di Vigliano Biellese. “Sono i ragazzi membri della commissione mensa a scegliere ogni anno le proposte per i menù particolari da proporre – racconta l’Assessore all’Istruzione, Simona Gallo. Dopo le varie specialità biellesi, da qualche anno a questa parte si è optato per la conoscenza della tradizione gastronomica delle varie regioni italiane. Quest’anno, per prima, è toccato all’Emilia-Romagna ed il gradimento è stato davvero notevole. Il menù proponeva le lasagne al forno, prosciutto con verza in insalata e dolci emiliani di carnevale. Grande successo, numerose richieste di bis e complimenti da tutti, compresi gli iniziali diffidenti.


Presso la scuola primaria di San Quirico, che ospitava anche la commissione mensa-adulti, il pranzo si è aperto con un breve discorso di Mina Novello, consulente del gestore della mensa scolastica per questo progetto: un invito a riflettere sulla tradizione della pasta in un paese come il nostro, sul valore che la pasta ha e rappresenta, sull’importanza che ha dal punto di vista nutrizionale, sul rispetto che ciascuno di noi deve avere per gli ingredienti base della nostra alimentazione, sia pensando ad alimentarsi in salute, sia evitando ogni spreco”.
La mensa scolastica di Vigliano Biellese lavora, ormai da otto anni a questa parte, promuovendo la sostenibilità etica ed ambientale della ristorazione collettiva. “Le pietanze che residuano nei vassoi dopo la distribuzione ai ragazzi – spiega Gallo - sono prontamente riportate nel centro cottura, monoporzionate e refrigerate opportunamente per essere poi destinate ai destinatari del progetto di solidarietà sociale “Un pasto per te”, presso la parrocchia di S.M. Assunta. Analogamente a loro destinato è il pane avanzato. Inoltre -conclude Gallo - il veicolo che trasporta i pasti è elettrico, quindi ad emissioni zero; piatti e bicchieri sono in mater bi, quindi pienamente riciclabili e le posate in metallo sono lavate giornalmente presso i plessi scolastici stessi."






W3C