Una nuova carta turistica per Vigliano Biellese
Vie, edifici storici, dove mangiare e dormire: il tutto in tre lingue
Una carta del paese indica dove sono le vie ed i luoghi di interesse del territorio. Ma si propone ben di più la nuova carta di Vigliano Biellese, che l’Amministrazione comunale ha realizzato e renderà disponibile presso le attività locali, in particolare quelle legate a movimenti turistici. Certo: come arrivare a Vigliano, quali sono le vie, dove sono le scuole, il Comune, le chiese. Ma anche brevi notizie storiche sugli edifici di interesse artistico, sulle dimore storiche della collina, sulle attività locali: il tutto in francese ed in inglese oltre che, ovviamente, in italiano. E poi: dove mangiare, dove dormire ed infine anche dove è possibile passeggiare in collina.


“Fino a non molto tempo fa – spiega il Sindaco, Cristina Vazzoler - una mappa del territorio di Vigliano Biellese poteva essere utile a quanti, spesso giunti da lontano alla guida di un tir o comunque di un automezzo di lavoro, erano alla ricerca di una ditta locale e sovente si trattava di una industria tessile.
Le cose sono cambiate, e molto, per l’industria locale ma contestualmente nei tempi più recenti sta progressivamente acquisendo importanza la campagna regno dell’agricoltura: in particolare la collina con le produzioni vitivinicole e florovivaistiche, strettamente legate alle bellezze del territorio. Anche in Vigliano Biellese, rispetto a pochi anni fa, vi è una maggiore potenzialità nell’accoglienza: si tratta perlopiù di agriturismi, bed and breakfast in grado di ospitare numeri modesti ma in contesti campestri in cui la bellezza della natura, il silenzio, la quiete e la cura degli ambienti e dei giardini sono fattori ampiamente apprezzati. Vigliano Biellese fa parte del circuito “Città del vino”, cui fanno capo comuni in cui la produzioni vinicola ha una tradizione storica consolidata ed una eccellente produzione attuale. Stiamo inoltre lavorando ad un gemellaggio con la cittadina francese di Tonnerre con la quale abbiamo in comune proprio la coltivazione della vite e la produzione del vino.

Proprio durante la visita della delegazione di Tonnerre – prosegue Vazzoler – abbiamo riscontrato quanto il nostro territorio sia stato apprezzato ed in modo ancor più profondo di quanto potessimo immaginare. In quell’occasione abbiamo avuto modo di testare efficacemente anche l’area di sosta per i camper in via Carlo Trossi. Sul web, ho verificato poi quanto le recensioni di alcune dimore di charme sulla nostra collina siano eccellenti e spesso scritte da visitatori inglesi o tedeschi, a dimostrazione che flussi turistici di piccole dimensioni ma di grande importanza giungono nel Biellese ed anche nel nostro territorio.

Ecco allora che disporre di uno strumento come la nuova carta di Vigliano Biellese diventa un elemento importante per il visitatore ma anche e soprattutto per promuovere e sostenere le nostre attività locali: sia quelle che con il turismo si rapportano in modo più diretto, sia tutte le altre, perché l’afflusso di persone certamente comporta riflessi positivi anche per l’intero paese. Ma anche per i cittadini residenti la carta potrà riservare qualche sorpresa: per noi stessi è stata una bella sorpresa vedere l’elenco di ristoranti e agriturismi, notevolmente più fitto rispetto a pochi anni fa. L’Amministrazione è impegnata nel sostenere loro, così come tutte le attività produttive, artigianali e commerciali. E questa carta – conclude il Sindaco - è uno strumento tangibile di questo impegno.”








W3C