Informazioni generali

L’ufficio si occupa della gestione dei tributi di competenza dell’ente che comprendono in particolare l’imposta comunale sugli immobili (I.C.I.), l'Imposta Municipale Propria (IMU), il Tributi sui Servizi Indivisibili (TASI), la Tassa Rifiuti (TARI), la Tassa occupazione suolo pubblico, l’Imposta sulla pubblicità.
Svolge inoltre una funzione di controllo della documentazione presentata e dei versamenti effettuati dai contribuenti, e una funzione di assistenza per gli adempimenti tributari.
Responsabile: dott.ssa Stefania Fabris - Titolare di P.O. del Settore Tributi

Ufficio TRIBUTI - Palazzo Municipale, piano terra -
Via Milano, 234 - 13856 Vigliano Biellese (BI) TEL. 015.512041 FAX 015811506

Incaricata dell'ufficio Tributi:
Sabrina Detomati

e-mail: tributi@vigliano.info
Orari:
Martedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00
Giovedì dalle ore 9.00 alle ore 16.00

è possibile prendere un appuntamento telefonando al num. 015.512041 o scrivendo a tributi@vigliano.info



Rispetto della tempestività dei pagamenti da parte del comune e compensazione con crediti tributari locali
(art. 9 del D.L. 78/2009 convertito con modificazioni nella Legge n. 102/2009).

La Giunta Comunale con deliberazione n° 102/2013, integrata e modificata con la deliberazione n° 112/2013, in attuazione dell’art. 9 del D.L. 1.7.2009, n. 78 convertito con modificazioni nella Legge n. 102 del 3.8.2009, ha introdotto lo strumento della compensazione tra i debiti del Comune verso soggetti terzi dovuti per somministrazioni, forniture ed appalti e i crediti per tributi locali vantati dal Comune verso i medesimi.

I contribuenti interessati, potranno presentare domanda di compensazione utilizzando il modulo riportato a fondo pagina.


RIMBORSI
Nel caso in cui sia stata versata in eccesso un tributo comunale (I.C.I., IMU, TASI, TARI, ecc.) rispetto a quanto effettivamente dovuto e non sia possibile effettuare autonomamente la compensazione con l’eventuale tributo dovuto per la rata di saldo corrispondente al medesimo anno, è possibile richiedere il rimborso di quanto versato in eccesso utilizzando il modello previsto oppure inviando richiesta in carta semplice nella quale devono essere indicati i seguenti elementi:
- Tipologia tributo per la/le quale/i viene richiesto rimborso.
- Annualità per la/le quale/i viene richiesto rimborso.
- Generalità del richiedente (cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza, codice fiscale, telefono, eventuale e-mail).
- Imposta correttamente dovuta.
- Imposta erroneamente versata (allegare fotocopie versamenti eseguiti).
- Differenza richiesta a rimborso.
- Motivazioni alla base della richiesta di rimborso.
Specificare le modalità preferite di erogazione del rimborso se dovuto. Si possono scegliere due diverse opzioni:
1) accredito in c/c bancario: occorre indicare le coordinate bancarie della propria banca (IBAN) e i dati dell'intestatario del conto;
2) autorizzazione a compensare: nel caso la richiesta di rimborso venga accolta il Comune invierà al contribuente apposita autorizzazione a compensare il credito con un debito d'imposta futura, il contribuente non può eseguire compensazioni su annualità diverse senza previa autorizzazione dell'Ufficio.

Termini di presentazione della domanda di rimborso.
Ai sensi dell’articolo 1, comma 164, Legge n° 296/2006: “il rimborso delle somme versate e non dovute deve essere richiesto dal contribuente entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento, ovvero da quello in cui è stato accertato il diritto alla restituzione.”


Attenzione – IMU quota statale
Al Comune vanno inviate le richieste di rimborso inerenti anche l'imposta eventualmente versata in eccesso e di competenza statale per gli immobili siti sul territorio di Vigliano Biellese. L'Ufficio curerà l'istruttoria della pratica di rimborso comunicando allo Stato l'effettiva sussistenza del diritto al rimborso a favore del contribuente; lo Stato provvederà ad erogare il rimborso. Per tali fattispecie si attende l'emanazione da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze di appositi decreti che definiscano le modalità di comunicazione degli adempimenti tra enti locali e Stato, sino ad allora l'istanza presentata è da intendersi sospesa non potendo il Comune erogare al contribuente somme non direttamente percepite.


 

Scarica Modello di richiesta compensazione tributi locali compilabile Download questo file
Scarica qui il modello compilabile per la richiesta di compensazione con tributi locali

Scarica modello di richiesta dilazione/rateizzazione pagamento avvisi di accertamento Download questo file
scarica qui il modello in versione compilabile

Scarica Modello richiesta compensazione tributi Download questo file
Scarica qui il modello in formato pdf per la richiesta di compensazione con tributi locali

Scarica richiesta rimborso IMU Download questo file
scarica qui il modello editabile per la richiesta rimborso IMU




W3C